Strategie per investimenti Etico Sostenibili
  
Andamento Mercati Finanziari Settembre 2019




26.a Newsletter informativa personalizzata sull'andamento dei Mercati Finanziari.

Con una particolare attenzione alla Green Economy.



  SETTEMBRE 2019: PRINCIPALI EVENTI

 

− 12: La BCE lancia un nuovo piano di acquisti da 20 miliardi al mese. Il presidente
Draghi, alla sua ultima conferenza, «invita» i governi a misure di stimolo.
− 14: Un attacco a due grandi pozzi petroliferi in Arabia Saudita scuote il mercato del
petrolio.
− 18: La Fed taglia, come da attese, i tassi di interesse di riferimento. Rimane però
incerta l’evoluzione futura della politica monetaria USA.
− 24: La corte suprema britannica dichiara illegittima la chiusura del parlamento
voluta dal premier Johnson. La vicenda Brexit rimane intricatissima.
− 24: La presidente della camera Nancy Pelosi avvia una procedura di impeachment
nei confronti del presidente Trump.

 

      

                                 Mercati Azionari in Sintesi

 

                                    Mese di Settembre 2019

 

I titoli azionari europei hanno generato rendimenti positivi nel mese di settembre. L’allentamento della politica monetaria da parte delle banche centrali statunitensi ed europee ha permesso di compensare il protrarsi della debolezza dei dati economici globali e il sentiment negativo legati all’attuale controversia commerciale Cina-USA.

Il pacchetto di misure di incentivazione monetaria della Banca centrale europea (BCE) ha incluso un taglio dei tassi di 0,1 punti percentuali e il ripristino del programma di acquisti obbligazionari da 20 miliardi al mese a partire da novembre e per “tutto il tempo necessario” a raggiungere l’obiettivo di inflazione.

 

EUROPA: L’aumento della propensione al rischio degli investitori ha sostenuto i titoli azionari

 

REGNO UNITO: In linea con le azioni globali anche i mercati hanno guadagnato terreno USA: Le azioni hanno registrato un rialzo a seguito del rinvio dell’imposizione di dazi commerciali sulle merci cinesi.

 

GIAPPONE: I mercati sono stati sostenuti dall’indebolimento dello yen.

 

REGIONE ASIA-PACIFICO: Il sentiment è migliorato nel quadro dell’allentamento della politica monetaria a livello globale.

 

MERCATI EMERGENTI: Titoli azionari in rialzo sulla scia dei segnali globali

 

EURO : Nessun movimento di rilievo nei confronti del dollaro USA, il mese ha visto oscillare il cambio in modo laterale.

Dati Economici

                                          Obbligazioni SETTEMBRE 2019

 

Il recente miglioramento degli indicatori di fiducia (crescono rispetto alle ultime letture l’indice Zew, l’indice IFO e quelle misurato dall’università del Michigan) non cambia nella pratica lo scenario.
I consumatori e, ancora di più, le imprese stanno vivendo una fase di pessimismo e prudenza che sta contribuendo al rallentamento delle economie. Le ultime letture non intaccano questo trend.
La presentazione della nuova squadra di governo italiano ha invece riportato maggiore fiducia sul nostro paese. Lo spread BTP-Bund tocca il minimo da oltre un anno chiudendo settembre a 140 punti base e il rendimento del decennale fa registrare un minimo storico allo 0,8%.

 

Infine, abbiamo assistito a un’inversione della curva 2-10 anni per la prima volta dal 2007, il che ha indotto gli investitori a temere una recessione.

 

Ecco i Rendimenti SETTEMBRE 2019 delle principali obbligazioni:

Petrolio

L'attentato ai 2 impianti Sauditi in settembre ha causato un forte rialzo ed un brusco ribasso rendendo molto insicura la valutazione del prezzo. Periodo incerto.

 

 

ORO

Settembre ha interrotto la scia positiva dei metalli preziosi che nel corso del mese hanno disegnato massimi e minimi decrescenti con prevalente trend discendente. Il motivo di questi
ribassi, che hanno riportato l’oro (grafico) sotto i 1.500 dollari l’oncia, è da ricercare nel ritorno ad un cauto atteggiamento risk-on sui mercati finanziari  e nelle allettanti prese di beneficio presenti dopo gli allunghi messi a segno da inizio anno a questa parte.(ad ottobre risalito sopra i 1.500 dollari....)

Opportunità d'Investimento

Quanto vale la Green Economy?

 

Svolta etica delle multinazionali Usa:

"Rispettare lavoratori e ambiente, profitto non sia unico faro"

 

Il profitto non è più l’unica bussola che deve guidare un’azienda di successo. Accanto alla soddisfazione degli azionisti, le imprese di oggi devono darsi altre priorità, a cominciare dal trattare i propri dipenendenti e l’ambiente con rispetto.

È la svolta etica che emerge dalla Business Roundtable, un gruppo di amministratori delegati delle principali aziende americane, da Jp Morgan ad Amazon, da BlackRock a General Motors.

 

Ne è dimostrazione che l'Economia verde è cresciuta negli ultimi anni, attirando importanti investimenti e creando nuova occupazione.

 

Nei dati Eurostat su Environmental economy - employment and growth si legge che nei Paesi dell'Unione la ricchezza prodotta dai settori dell'economia verde è passata da 135 a 289 miliardi di euro negli ultimi 15 anni, con un'incidenza sul Prodotto Interno Lordo europeo del 2,1% rispetto all'1,4% di 15 anni prima. Anche il fatturato della Green Economy è cresciuto in modo esponenziale, arrivando a quota 700 miliardi di euro.

 

A questi numeri si collega un boom dell'occupazione sostenibile: i Green Jobs sono aumentati in 15 anni del 49%, mentre l'occupazione nell'economia tradizionale è aumentata solo del 6%. In valori assoluti, nell'Unione Europa lavorano oggi 4,2 milioni di persone impiegate nell'economia verde.

 

Prospettive foriere di miglioramenti a livello economico ma anche e soprattutto per le condizioni ambientali del nostro Pianeta.

 

Ecosofia - Notizie dal Mondo

 

Nel Mare del Nord sarà installata 

la turbina eolica più grande mai costruita

 

Si parla spesso di record quando si citano le rinnovabili. Ma questo li supera tutti, per dimensioni.

L’impianto Dogger Bank, in costruzione al largo delle coste dello Yorkshire nel Mare del Nord, sarà alimentato dalle turbine eoliche più grandi mai costruite: 260 metri di altezza, con un rotore di 220 metri di diametro. 

Per fare un’adeguata proporzione, il London Eye misura 135 metri, la Torre Eiffel 320 metri. Un colosso che sorgerà in quello che sarà l’impianto offshore più grande al mondo e che dovrebbe essere completato entro il 2023.

 

"Sii il cambiamento che desideri vedere avvenire nel Mondo". Ghandi 1932


Registrati a Ecosofia

*campo richiesto

Seleziona le modalità tramite le quali vuoi essere aggiornato sulle strategie per investimenti etico sostenibili:

Puoi annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.




ATTESTATI






ULTIME NEWS FINANZIARIE



Andamento Mercati Finanziari Dicembre 2019





Andamento Mercati Finanziari Novembre 2019